domenica 15 ottobre 2017

CORRENDO QUA E LA'


Domenica 15 ottobre, di corsa su diversi fronti per Città di Opera. Parma Marathon ( distanza 30k ) per Astrid Gagliardi, Cremona Half Marathon per Ettore Zanni e Avon Running per Andrea Marzoli e Letizia Verna. Dopo la DJ TEN e un fastidio al piede Astrid ha ripreso dalla città emiliana la sua corsa verso la maratona di Venezia che la vedrà zampettare tra ponti calli e campielli domenica prossima. Chiude con un bel tempo questa 30 km che in realtà erano km 32,195, in  2h43’31”. Per Ettore una classica come la Mezza di Cremona già corsa lo scorso anno e su cui ai nastri di partenza riponeva grosse chances di personale e così è stato come Real time 1h49’05” ma non come tempo ufficiale . Gara ben gestita, con ritmo constante che gli ha permesso di concludere in 1h50’57”. A Milano per la Avon Running erano presenti Andrea e Letizia che stanno cercando di tornare presto in forma anche grazie a queste gare di 10km che si dimostrano essere un ottimo test per capire stato di forma ed eventuali modifiche. Bel clima e ottima organizzazione per questa competitiva che in questi 20 anni ha sensibilizzato e coinvolto migliaia di persone in tematiche e progetti a sostegno delle donne. Percorso quasi interamente inserito nel centro storico di Milano scaldato dal tepore di un caldo sole autunnale. Letizia ha corso molto bene, con un passo più disinvolto rispetto a Pavia e se escludiamo una piccola fisiologica impasse nel finale il tempo le ha dato ragione 54’ il suo crono. Anche Andrea ha migliorato la sua performance rispetto alle ultime uscite e nonostante sia ancora lontano da un allenamento sistematico e proficuo chiude bene la gara con un 48’ che siamo sicuri fungerà da stimolo per ricercare continuità. 

Luca Bordenga
Ufficio Stampa

 

lunedì 2 ottobre 2017

CORRIPAVIA LA PIU' VOTATA


PAVIA 1 OTTOBRE 2017 , LE PAGELLE DEL BORDE:

Claudio Podlesnik:
 
Continua la sua ascesa con un PB dietro l’altro, parte bene, tiene botta per tutti i 21 impegnativi chilometri e arriva prima che si finisca di pronunciare correttamente il suo cognome 1h42’ per lui. SCALATORE voto 8  

Alex Palestri:

Test per lui dopo il piccolo infortunio che lo ha tenuto fermo nell’ultima settimana. Corre in modo lineare, senza strappi e trova il modo di reinventarsi Pacer, guidando al PB la Borbonica Clorinda. 50’34” il suo crono.
MOSE’ voto 8 

Nicolò Merante:

Non ha ancora la barba il nostro giovane Nicolò ma oggi è riuscito a tirar fuori una prestazione da Uomo vero tagliando il traguardo sotto i 40’ Featuring Marco Cimenti alle percussioni. 39’09” per lui.
ASTRO NASCENTE voto 9 

Clorinda Martucci:

Unica donna a tenere alto il vessillo femminile di Città di Opera e lo fa alla grandissima con un PB che a Pavia vale doppio, ora Valencia è più vicina. 50’33” per lei.
GIOVANNA D’ARCO voto 9 

Marco Cimenti:

Continua la sua corsa verso la maratona di Firenze con un periodo di forma straordinaria, motivo di un ruolino di marcia formidabile che gli permette di zampettare come un camoscio verso i 21,097 km chiudendo in scioltezza in 1h22’31”.  
FASCIO DI NERVI voto 9 

Marco Diletti:

Era da un po’ di tempo che la nostra rana fuori sede non prendeva parte ad una gara e il suo ritorno sui 10km è stato un bel modo per riabbracciarlo e condividere una bellissima giornata... di CORSA!!!! 49’35” il suo crono.
LEGIONE STRANIERA voto 8 

Andrea Marzoli:

Certo era meglio oziare sulle spiagge africane, ma non sembra aver perso il passo il nostro Andrea alla sua prima uscita da sposato dopo il viaggio di nozze. Buon tempo per lui 50’23’.
ACCASATO voto 8 

Il comitato:

Dopo i Tretre; Aldo Giovanni e Giacomo e Gullit, Rijkaard e Van Basten sono loro il trio del nuovo millennio , Bressani, Castaldo, Caracciolo che stanno sbaragliando la scena podistica nazionale e disintegrando ogni record. Ad appena una settimana dal giro del lago di Varese piazzano tre nuovi PB , 1h39’57’ il crono all’unisono. TRIDENTE VOTO 9 

Antonio Pinna: 

Gran bella prova per il nostro moro di Sardegna in camice bianco che in vista di Valencia non tradisce le aspettative e piazza un bel PB 1h43’49”.
DR. HOUSE voto 9  

Luca Tondolo:

Le stigmate di Padre Pio a confronto dei capezzoli sanguinanti del nostro Luca a fine gara erano dei taglietti. Non ottiene un tempo da record ma rimane sul pezzo con un buon 1h43’49”.
VIA CRUCIS voto 8  

Paolo Montisci:

Questa era casa sua, la sua Pavia di cui ha ritratto sicuramente ottimi scorci col suo obiettivo e oggi ha voluto onorato l’amore per questa città con una bella prestazione dopo le fatiche della Salomon, 1h36’51” per lui.
LONGOBARDO voto 8 

Risatti Andrea:

Seconda uscita non ufficiale per il nostro nuovo arrivato che promette davvero molto bene. Per il nostro ingegnere non è difficile prendere le misure del tracciato e costruire una bella prova, un ottimo 41’59” per lui.
CALCOLATORE voto 8 

Letizia Verna :

Anche lei di ritorno insieme al neo marito Andrea dalle oziose giornate del viaggio di nozze ha voluto provare subito il suo stato di forma partecipando alla 10k non competitiva con una buona prestazione nonostante un piccolo fastidio al piede destro.
MARCIA NUZIALE voto 8  

Luca Bordenga:

Parte contratto, dopo l’ultima difficile performance di Monza e per i primi due chilometri le cose sembrano andar bene ma al terzo la musica cambia. Un affanno continuo, battiti d’ansia più che di ritmo e due gambe molli come pure lo costringono a ritirarsi.
CAPORETTO voto 5 

Federico Di Meo:

Doveva essere un bel lungo tirato in occasione del l’attesa mezza di Valencia e fino al quindicesimo chilometro sembrava esserlo tant’è che Fede riesce a mantenere una media alta di 5 al km. Poco dopo però questo sforzo chiede il conto e Federico è costretto suo malgrado al ritiro.
LA RESA DEL TITANO voto 6 

 

 

Luca Bordenga. ARTICOLO voto 10
Ufficio Stampa

lunedì 25 settembre 2017

IL RITORNO DEL "GRINTA" E IL GIRO DEL LAGO


Domenica 24 settembre 2017 si è disputata a Cesano Maderno la classica Corrincesano, manifestazione cittadina con svariate formule tra cui una competitiva di 9,9 km a cui ha preso parte il nostro Andrea Astolfi. Nonostante venga da un periodo ricco di soddisfazioni in termini di posizionamento e primati personali, Andrea ha avuto nelle ultime due uscite dei piccoli scompensi fisici che gli hanno reso difficile la gestione ottimale della gara , problemi che sembrano essere del tutto archiviati dopo la bella prova di domenica. Approccia nel migliore dei modi la competizione che risulta da subito molto tattica con tre, quattro atleti che sgomitano fianco a fianco creando il vuoto alle loro spalle. Le gambe che girano a mille, l'ottima fase respiratoria e il pieno controllo della gara lo fanno passare ai 5000 metri in 16'05", momento in cui rimane solo col primo atleta con il quale ingaggia una gara nella gara. Andrea lo studia, tasta il terreno, mette pressione al suo diretto avversario in più riprese, il capofila fino a quel momento ora sembra patire tale atteggiamento, risulta chiaramente in affanno tant'è che a 500 metri dall'arrivo deve cedere il passo al nostro Andrea che innesta la marcia di sorpasso e sfuma via più veloce della sua canotta gonfiata dal vento e tagliando il traguardo per primo in 32'06"

 
 
 
 
 
 
 

Nella stessa mattinata, a una sessantina di chilometri da Cesano Maderno, si è disputata una bella gara che anno dopo anno riscuote sempre più successo, Il Giro del Lago di Varese giunta alla settima edizione. Per Città di Opera ai nastri di partenza c'erano Astrid Gagliardi, Domenico Castaldo e Alessandro Bressani tutti e tre reduci da un'altra importante gara che li ha visti protagonisti, la Mezza di Monza dove hanno ottenuto tre Personal Best. Bella la location per questi km 24,300 dove i nostri tre atleti hanno dato linfa a tutte l' energie rimaste in corpo dopo le ultime impegnative uscite riuscendo a tirar fuori altrettante ottime prestazioni. Astrid chiude in 1h54'19" il suo giro ottenendo il settimo posto assoluto che gli è valso la premiazione, a pochi minuti di distanza si piazza Domenico in 1h58'25" , mentre ferma il cronometro a 2h06'56" Alessandro. 

 
Luca Bordenga
Ufficio Stampa

IL RITORNO DEL "GRINTA" E IL GIRO DEL LAGO


Domenica 24 settembre 2017 si è disputata a Cesano Maderno la classica Corrincesano, manifestazione cittadina con svariate formule tra cui una competitiva di 9,9 km a cui ha preso parte il nostro Andrea Astolfi. Nonostante venga da un periodo ricco di soddisfazioni in termini di posizionamento e primati personali, Andrea ha avuto nelle ultime due uscite dei piccoli scompensi fisici che gli hanno reso difficile la gestione ottimale della gara , problemi che sembrano essere del tutto archiviati dopo la bella prova di domenica. Approccia nel migliore dei modi la competizione che risulta da subito molto tattica con tre, quattro atleti che sgomitano fianco a fianco creando il vuoto alle loro spalle. Le gambe che girano a mille, l'ottima fase respiratoria e il pieno controllo della gara lo fanno passare ai 5000 metri in 16'05", momento in cui rimane solo col primo atleta con il quale ingaggia una gara nella gara. Andrea lo studia, tasta il terreno, mette pressione al suo diretto avversario in più riprese, il capofila fino a quel momento ora sembra patire tale atteggiamento, risulta chiaramente in affanno tant'è che a 500 metri dall'arrivo deve cedere il passo al nostro Andrea che innesta la marcia di sorpasso e sfuma via più veloce della sua canotta gonfiata dal vento e tagliando il traguardo per primo in 32'06"

 
 
 
 
 
 
 

Nella stessa mattinata, a una sessantina di chilometri da Cesano Maderno, si è disputata una bella gara che anno dopo anno riscuote sempre più successo, Il Giro del Lago di Varese giunta alla settima edizione. Per Città di Opera ai nastri di partenza c'erano Astrid Gagliardi, Domenico Castaldo e Alessandro Bressani tutti e tre reduci da un'altra importante gara che li ha visti protagonisti, la Mezza di Monza dove hanno ottenuto tre Personal Best. Bella la location per questi km 24,300 dove i nostri tre atleti hanno dato linfa a tutte l' energie rimaste in corpo dopo le ultime impegnative uscite riuscendo a tirar fuori altrettante ottime prestazioni. Astrid chiude in 1h54'19" il suo giro ottenendo il settimo posto assoluto che gli è valso la premiazione, a pochi minuti di distanza si piazza Domenico in 1h58'25" , mentre ferma il cronometro a 2h06'56" Alessandro. 

 
Luca Bordenga
Ufficio Stampa

lunedì 18 settembre 2017

GLI ALTRI CAMPIONI DI CITTA’ DI OPERA RUNNERS


Sabato pomeriggio nella vicina Rozzano si è disputata una divertente gara non competitiva la Strampallazza giunta alla quinta edizione. Tra le varie formule proposte, nella 4 km hanno partecipato alcuni nostri atleti, Christian Clemente, Elisabetta Dell'Oro e Clorinda Martucci. Il percorso si è snodato lungo il parco agricolo sud e la giornata soleggiata ha reso davvero piacevole l'evento. Pronti via Christian si attacca da subito alla prima giovanissima canotta che cerca a più riprese di creare il vuoto dietro di se senza però mai riuscirci, grazie alla caparbietà del nostro Christian che aspetta sornione il momento opportuno per sfilargli davanti ad un chilometro dall' arrivo tagliando il traguardo per primo in 15’52”. Nelle retrovie Elisabetta che sta cercando di riaffacciarsi in modo graduale alla corsa ha avuto la tenacia e la forza per terminare quei 4 chilometri che fino a ieri sembravano inarrivabili, questo anche grazie anche al grande traino che è stata Clorinda la quale con grande spirito sportivo e d'amicizia l'ha sostenuta e spronata per tutta la gara facendola correre anche ad ottimi ritmi e facendole tagliare il traguardo sotto i 30 minuti. 

 

Per la settima volta a Milano domenica 17/09 si è disputata la Salomon Running,  corsa Urban Trail che si è sviluppata su tre distanze, rispettivamente 9,9 km - 15 km - 25km . Ovviamente ogni percorso prevedeva caratteristiche uniche e particolari , come ad esempio la scalata ai 23 piani della Torre Allianz, per citarne uno su tutti, oltre al passaggio in varie zone Green del capoluogo lombardo. Per Città di Opera nella formula 25k hanno corso Paolo Montisci e Claudio Podlesnik , mentre nella 15k si è cimentato Lorenzo Borsetti. Per Montisci forse la lunghezza risultava un po' troppo azzardata considerato che veniva da un periodo di continui fastidi e allenamenti discontinui, ma la gara aveva un fascino particolare a cui il nostro Paolo non ha saputo resistere e anche in vista di Valencia ha voluto provare i 25k. Parte con accortezza, mantenendo un'andatura costante, intorno ai 4’40” al km per tutta la prima parte che si rincorre tra le stradine del centro storico prima di passare dall'Arco della Pace e iniziare il tratto più complicato che porta alla montagnetta di San Siro con lunghi pezzi in cui si procede in fila indiana e dove le salite costringono ad avanzare con le mani strette sulle ginocchia. Intanto si staglia all'orizzonte la Torre Allianz, si entra curiosi di percorrere tutti quei gradini, curiosità che viene presto diradata dalla stanchezza che obbliga Paolo a salire camminando fino al 23 esimo piano, prima di scendere con più scioltezza e sgattaiolare fuori dal grattacielo, mancano 5 km all'arrivo, distanza che riesce a percorrere in leggera progressione riuscendo a chiudere in 2h15' ben 2 minuti in meno rispetto alla precedente edizione . Anche Claudio si è voluto confrontare con i 25km, una distanza già percorsa l'anno prima, ora però il nostro atleta ha un fisico più allenato e nonostante i crampi comparsi all'uscita dalla torre riesce comunque a tenere botta e concludere con un ottimo risultato, 2h20' , con ben 8 minuti rosicchiati rispetto al vecchio crono, un ottimo viatico per la Mezza della Corripavia. Per Lorenzo invece prima gara dopo l' infortunio di aprile al quadricipite femorale che lo ha tenuto lontano dalle corse per lunghi mesi. Partito con la giusta prudenza si accorge via via che i chilometri passavano senza

sforzo e le gambe giravano bene anche a dispetto delle salite affrontate, questo anche grazie agli allenamenti effettuati alla montagnetta di San siro, così si è potuto permettere il lusso di accelerare nella seconda parte, chiudendo in 1h21’. 

Segnaliamo anche il primo  posto regionale Trial del nostro amico Dario Rognoni.

 

Luca Bordenga
Ufficio Stampa

 

lunedì 11 settembre 2017

PIOGGIA PADRONA ALLA MEZZA DI MONZA


10/09/2017 una data che, giorno più giorno meno ci ha abituati ormai da qualche anno a un appuntamento molto partecipato, la Mezza di Monza che come tradizione ci obbliga a ballare sotto la pioggia. Giornata dalle sfumature londinesi, cielo grigio, temperatura pungente e una pioggia fitta che riempie d'acqua anche il respiro. Nove gli atleti impegnati in questa competizione, Cimenti, Caracciolo, Castaldo, Bressani, Di Meo, Gagliardi, Bordenga e Martucci nella formula 21k, mentre Palestri nella 10k. Partenza sotto una pioggia incessante che non lascia scampo per quasi tutta la gara, oltre 4.000 i runner su cui le gocce scivolavano veloci sul corpo soffiate da un vento impertinente. Cimenti,

aveva da valutare la sua condizione in vista della Maratona di Firenze e l'ottimo tempo ottenuto, con un terzo posto di categoria non lascia spazio a dubbi, il ragazzo c'è!!! 1h21'34" per lui. Grandissima prova anche per il trio
 
Bressani, Castaldo, Caracciolo abituati ad allenarsi insieme nelle ciclabili operesi e avvezzi a condividere anche le fatiche di gare come questa che nonostante le avversità climatiche li porta a conquistare un nuovo PB 1h46'04" per Bressani  1h43'58" e per Castaldo e Caracciolo
che finiscono a braccetto. Per Di Meo e Martucci in previsione della Mezza di Valencia, questa gara è stata una bella occasione per un allenamento lungo con test su condizione fisica e siamo contenti di poter dire che la risposta ottenuta è stata molto confortante soprattutto per la Martucci che ha quasi sfiorato il suo miglior tempo arrivando in 1h53'08", mentre Di Meo taglia il traguardo subito dietro
in 1h54'01”.
Grande prova anche per la

 



Gagliardi che a muso duro conquista, in una delle giornate più difficili per clima e percorso, un nuovo PB 1h41'57" per lei. Infine
Bordenga, che in ottica  Valencia aveva pianificato un buon test lungo con segnali su condizione, ma le cose si sono messe male fin dal terzo chilometro, momento in cui inizia ad avere forti dolori allo stomaco con urti di vomito che lo costringono a diversi stop forzati fino al decimo chilometro, momento in cui il pensiero di abbandonare inizia a fare a cazzotti con la voglia incondizionata di tagliare il traguardo che alla fine ha la meglio, ritmo basso e denti stretti lo portano fino alla fine 1h51’24" per lui.

Nella 10k bellissima gara per Palestri che dopo le ultime uscite poco esaltanti è riuscito a raccogliere i frutti del lavoro svolto alacremente in queste settimane chiudendo in scioltezza con un 46'16".

Un buonissimo risultato ottenuto anche dal prossimo atleta di Città di Opera Andrea Risatti che nella 10k non competitiva ferma il cronometro poco sopra i 43 minuti, direi un bel biglietto da visita. 

 

Luca Bordenga
Ufficio Stampa

MEZZA DI BOLOGNA


Bologna domenica 10/09/2017, sotto la Torre degli Asinelli, il nostro Antonio Pinna ha voluto cimentarsi nella UniSalute RUN TUNE UP 2017 Mezza di Bologna. Pioggia incessante per tutto il tragitto che non ha permesso una performance ottimale alle migliaia di podisti presenti, pioggia che non ha risparmiato nemmeno le ambizioni del nostro Antonio che ha finito senza lodi, ma con una gran voglia di rifarsi a breve nelle competizioni che si presenteranno sul suo cammino verso Valencia. 1h54' il suo crono finale.  

Luca Bordenga
Ufficio Stampa